Strumenti personali

Orari*

Da giovedì a domenica ore 16-19

* Attenzione: nel caso non sia incorso alcuna mostra la Galleria è chiusa

Calendario chiusure e aperture in giornate festive

La galleria è chiusa: 1° gennaio Capodanno - Pasqua - 25 aprile Festa della Liberazione - 1° maggio Festa dei lavoratori - 2 giugno Festa della Repubblica - 8 settembre Festa patronale - 1° novembre Ognissanti - 25 dicembre Natale.
La galleria è aperta nelle altre giornate festive: lunedì di Pasqua, 15 agosto, 8 dicembre - 26 dicembre.


Logo Parco
Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea
Armando Pizzinato
Viale Dante, 33 Pordenone
tel. 0434-392941

Icona Google Maps   Logo YouTube

 

Luigi Boille «Il segno infinito»

Opere 1950—2015


Locandina Locandina

Data: dal 16/04/2016 al 30/10/2016

Luogo: Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea Armando Pizzinato - Viale Dante, 33 - Pordenone

Descrizione dell'evento:

AVVISO. La mostra è stata prorogata fino al 30 ottobre
»INFO

Romano d’adozione, Luigi Boille, protagonista tra i maggiori dell’Informale europeo, era pordenonese di nascita ed è la sua città d’origine a volergli dedicare la prima grande retrospettiva a pochi mesi dalla sua scomparsa. 

Questa grande mostra retrospettiva di Pordenone si propone come un percorso significativo attraverso l’arte di Luigi Boille: 65 anni di ricerca - dal 1950 al 2015, anno della scomparsa dell’artista – testimoniati da oltre 140 opere (olii e tecniche miste su tela, tempere, grafiche).

Tra di esse, molti i lavori inediti o esposti solo in mostre internazionali in anni lontani, e da allora non più visibili, come la grande tela Empreinte structure, realizzata per l’ormai mitico International Festival Osaka/Tokyo del 1958, a cura di Michel Tapié e Jiro Yoshihara.

Le innumerevoli mostre personali e collettive a cui ha partecipato in tutta Europa e nel mondo tracciano un profilo di Boille che è quello di uno dei maestri storici della pittura astratto-informale europea, la cui ricerca è sempre originale e stimolante, ma anche fedele a una cifra stilistica ben precisa ed inconfondibile. Come emerge anche dalle parole del critico  francese Pierre Restany, che per molti decenni ha seguito il lavoro del pittore italiano:

“Boille è l’eroe di un’avventura organica, unitaria, gelosa della sua individualità. (…) il mistero di questa creazione si collega alle leggi segrete che regolano la vita stessa dell’universo. In questa pittura che non ha paura di smarrirsi né di perdersi, l’osservatore ispirato potrà avvertire il richiamo o il passaggio delle forze oscure che animano il mondo. Tali sensazioni sono rare. Più rare ancora sono le opere che ce ne danno il pretesto.”

L’esposizione è promossa e organizzata dall’Assessorato alla cultura del Comune di Pordenone in collaborazione con l'Archivio Luigi Boille di Roma, con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e con il sostegno della Provincia di Pordenone.

Inaugurazione: sabato 16 aprile 2016 alle ore 18.00
Vernice per la stampa
:
venerdì 15 aprile alle ore  11.30
Orari
:
Da mercoledì a domenica: 15.00 – 19.00
Ingresso:
Intero € 3,00, ridotto € 1,00
Percorsi assistiti alla mostra:
Società Coop Guarnerio Telefono +39 342 5046426
Attività didattiche: Società Coop Arteventi Telefono +39 345 6454855
Eventi collaterali alla mostra: scarica il programma (pdf)

Organizzatore: Comune di Pordenone

Contatto telefonico: 0434392916 - 0434392941

Contatto email: attivitaculturali@comune.pordenone.it

Documenti correlati: