Strumenti personali

Orari*

Da giovedì a domenica ore 16-19

* Attenzione: nel caso non sia incorso alcuna mostra la Galleria è chiusa

Calendario chiusure e aperture in giornate festive

La galleria è chiusa: 1° gennaio Capodanno - Pasqua - 25 aprile Festa della Liberazione - 1° maggio Festa dei lavoratori - 2 giugno Festa della Repubblica - 8 settembre Festa patronale - 1° novembre Ognissanti - 25 dicembre Natale.
La galleria è aperta nelle altre giornate festive: lunedì di Pasqua, 15 agosto, 8 dicembre - 26 dicembre.


Logo Parco
Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea
Armando Pizzinato
Viale Dante, 33 Pordenone
tel. 0434-392941

Icona Google Maps   Logo YouTube

 

Luigi Molinis - Niente centrini sul televisore

Percorso fra design, arte e architettura


Locandina Locandina
TV Seleco (1970) TV Seleco (1970)
I sicofanti (1982) I sicofanti (1982)
Casa unifamiliare (1987-1991) Casa unifamiliare (1987-1991)

Data: dal 18/06/2011 al 02/10/2011

Luogo: PARCO - Galleria d’arte moderna e contemporanea “A. Pizzinato” - Pordenone, viale Dante 33, Pordenone

Descrizione dell'evento:

Inaugurazione: Sabato 18 giugno 2011, ore 18.30 [scarica l'invito]

“Luigi Molinis. Niente centrini sul televisore” è il titolo della esaustiva mostra dedicata all’architetto Luigi Molinis. Il termine "mostra" è utile alla comprensione ma certamente riduttivo, perché questo omaggio pordenonese a Molinis è la più completa raccolta di lavori dedicata al suo lavoro: un percorso che abbraccia le discipline del design, architettura, pittura, fumetto, scrittura, fornendo così, per la prima volta in assoluto, una visione tout court dell’opera di una delle poche persone che, nel territorio friulano, riescono a rivestire quella credibilità che all'architetto Luigi Molinis viene oggi riconosciuta.

Raggiunti i settant'anni, la professionalità, lo spessore culturale e umano di Molinis vengono riconosciuti come punti di riferimento per l'intero nostro territorio. Pochi come lui sono riusciti, attraverso una costanza di pensiero e un'associata qualità dell'operato, a diventare un modello super partes apprezzato da tutti, in grado di dispensare valori e spunti per nuove sfide, indipendentemente dalla loro natura.

La mostra pordenonese diventa cosí occasione per far comprendere appieno l'intero iter progettuale ed artistico di Molinis, ma soprattutto una concreta possibilità per rendere noto a livello nazionale il suo lavoro.

“Niente centrini sul televisore” raccoglie centinaia di opere, fra oggetti di design, disegni, pitture inserite in un allestimento pensato come una sorta di labirinto, di trama, all’interno del quale tutte le esperienze dialogano fra loro.

Il percorso espositivo non cerca di elencare didatticamente tutte le fasi e i periodi della carriera dell'architetto, bensì di rintracciare un file rouge comune a tutti gli ambiti in cui lui ha operato e che permetta di far comprendere appieno le manifestazioni del suo pensiero. Filo conduttore sono i disegni, quella continuativa e raffinata pratica che Molinis ha sempre portato avanti nel suo lavoro e che risulta perfetto collante fra tutti gli ambiti in cui ha operato.

Le sezioni in mostra sono il design, con l'esposizione dei principali oggetti progettati da Molinis, accompagnati da prototipi, schizzi e disegni tecnici (grande rilievo alle collaborazioni con le aziende, sempre accuratamente selezionate da Molinis); l'architettura, con l’esposizione dei maggiori suoi progetti attraverso l'impiego di plastici, disegni e fotografie; il disegno e il fumetto; la pittura, con le sue grandi tele e la scrittura.

Il percorso è inoltre arricchito da postazioni audio in cui la voce di Luigi Molinis accompagna il visitatore nella visione della mostra.


Orari di apertura

dal lunedì al venerdì, dalle 15.30 alle 19.30
sabato e domenica dalle 10 alle 20
i giovedì di luglio apertura fino alle 22

L’esposizione è arricchita da un prezioso catalogo (Silvana Editoriale) che, al pari dell’esposizione, rappresenta la più vasta opera editoriale sulla variegata produzione di Molinis, fornendo una lettura critica e approfondita su ogni disciplina nella quale il suo lavoro si è concretizzato. Al suo interno interventi di V. Briatore, B. Finessi, G. Iacchetti, P. Bristot, E. Olivo, G. Pauletto, I. Boscariol e M. Minuz.

Mostra a cura di
Marco Minuz e Ivo Boscariol

Allestimento
Ivo Boscariol con Margherita Bortolus e Gianluca Gnoato

Con il contributo di
Dec Elettronica, Gruppo Irsap - Rhoss,  Vda

Sponsorizzazione tecnica
Europo, Olindo Piccinato, Carlo Alberto Atelier

Con la collaborazione di
Associazione Aladura

Patrocinio
Ordine Architetti Pordenone, ADI FVG

Organizzatore: Comune di Pordenone - Ufficio Cultura

Contatto telefonico: 0434 392916

Contatto email: attivitaculturali@comune.pordenone.it

Sito web: http://www.artemodernapordenone.it

Documenti correlati:
Contenuti correlati